Home / Le mie ricette / Antipasti / Erbazzone

Erbazzone

Sezione: Antipasti, Le mie ricette

Ingredienti:

  • 200 grammi di acqua
  • 450 grammi di farina
  • 50 grammi di strutto
  • 1 cucchiaino di sale
  • 10 grammi di olio evo
  • 100 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
  • 800 grammi di bietole
  • 700 grammi di spinaci
  • 100 grammi di pancetta a dadini
  • sale fino
  • olio evo
  • 120 grammi di cipollotti.

2 ore circa

6/8

Preparazione

In una ciotola versare la farina, un pizzico di sale,  aggiungere acqua in cui avete sciolto lo strutto.

Impastare in modo da ottenere un impasto (palla) spennellarlo con olio evo ,avvolgerlo nella pellicola trasparente e farla riposare per circa 30 minuti.

Preparazione del ripieno:

Cuocere le bietole e gli spinaci a vapore,una volta cotti lasciarli raffreddare sotto acqua corrente fredda e strizzare le verdure ripetutamente, per togliere l’eccesso di acqua.

Prendere i cipollotti,lavarli, pulirli ,tagliarli grossolanamente.

Con un robot da cucina sminuzzare finemente assieme sia le verdure cotte che i cipollotti. Unire poi il parmigiano reggiano,dosare di sale , la pancetta a dadini e rifrullare il tutto aggiungendo olio evo in modo da ottenere un liquido omogeneo.

Preparazione dell’erbazzone:

accendere il forno a 180 gradi. Prendere uno stampo o tondo o rettangolare,rivestitelo con carta da forno.

Prendere l’impasto e dividerlo in 2 e tirarlo della dimensione che volete per fare l’erbazzone ( tondo o rettangolare).

L’importante è tirare una sfoglia più lunga dell’altra .

Stendere la sfoglia più grande nello stampo rialzando i bordi e bucherellandola con una forchetta,distribuire il ripieno uniformemente .Coprire con la sfoglia più piccola,sigillare bene i bordi e praticare dei piccoli tagli o bucherellare con i rebbi di una forchetta. Ungere la parte superiore con qualche grammo di strutto tenuto  e mettere qualche cubetto di pancetta tenuto precedentemente da parte.

 

Cuocere in forno caldo per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare e servire.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *